Autonomia Musicale: Talk to Her in concerto

Talk To Her è una band veneta attiva da ne 2015, il cui sound vigoroso subisce il fascino di un caratteristico post-punk moderno e attuale. Dopo un anno dedicato alla composizione dei brani, Talk To Her si presenta al pubblico, suona in vari club del nord Italia, viene ospitata in prestigiosi festival estivi e partecipa a diversi contest per band emergenti, facendosi notare positivamente in ogni occasione.
Nell’estate del 2017, Talk To Her entra in studio per registrare HOME, il suo primo EP, pubblicato a marzo 2018 via Shyrec.

 

Autonomia Musicale: The Dirtiest in concerto

 

The Dirtiest è una punk ’77 Rock band formata in 2015 a Firenze da Billy Boy e Luca D. Cash già membri di garage band attive nel panorama musicale europeo come Los Dragos (ITA), The Nackers (IRL), The Apes Party (ITA). In meno di un anno sono stati immediatamente notati da due etichette discografiche internazionali e riferimento per il genere: SLOVENLY recording (USA) e CAT recrods (Olanda). Nel 2018 i Dirtiest, da tempo diventati in un power trio punk ’77 con testi in italiano fanno uscire il loro terzo disco chiamo “Cento Shot” sempre per l’etichetta Slovenly rec. (USA)

Autonomia musicale: Weird Bloom in concerto

 

Weird Bloom (ex Weird Black) è un progetto di Luca Di Cataldo co-prodotto con Giampaolo Scapigliati. Centro dell’immaginario, della musica dei Weird Bloom, sono le visioni descritte nei testi attraverso strani giochi di parole e accostamenti a volte grotteschi a volte surreali. Gli arrangiamenti fanno spesso riferimento alla psichedelia di fine anni ’60 e alla scena di “Canterbury”, reinterpretati in una chiave lo-fi e piu’ essenziale.

A gennaio del 2018 esce “Blisstonia” (WWNBB Records) pubblicato a due anni di distanza dall’esordio “Hy Brazil”, allora pubblicato sotto Weird Black.

Autonomia Musicale: John Canoe in concerto

John Canoe sono un trio surf/garage rock di Roma formatosi inizialmente sotto il nome di “The Sasquatch”, dall’unione di Jesse Gemano’ (voce e chitarra), Stefano Padoan (voce e batteria). A Dicembre del 2014, con l’ingresso nella band di Mario Bruni (voce e basso) cambiano nome e formazione diventando “JOHN CANOE” e rilasciano insieme a Bomba Dischi il loro primo singolo “Nervous Breakdown” a cui seguito il primo EP ufficiale “ActorBoy”.

Nel 2017 esce “WAVE TRAPS”, album di dieci brani per Bomba Dischi e Universal Music, dove il il sound garage rock si mescola con melodie originali pop e sonorità surf anni 60. L’album è stato arrangiato con Marco Fasolo (Jennifer Gentle) e registrato al VDSS Recording Studio di Morolo (Italia), co-prodotto da Jesse Germano’ e Filippo Strang.

Autonomia Musicale: Elli de Mon in concerto

Elli de Mon è chitarre, grancassa, rullante, sonagli, suoni saturi e psichedelia indiana. Attingendo a piene mani dalla tradizione sciamanica di lontani incantatori come Bessie Smith, Fred McDowell e Son House, Elli combatte i suoi demoni con lo strumento a lei più congeniale: la musica. Un blues nuovo, fatto di slide selvaggi e contaminato da infuenze punk (Elli militava anche negli Almandino Quite Deluxe), e dalla musica indiana, grande amore di Elli.

Il nuovo disco di Elli de Mon, Songs of mercy and desire (uscito il 16 novembre) è una ricerca delle radici da cui tutto è partito. Songs of Mercy and Desire parla di questo, di evoluzione, di cambiamento e di accettazione, di resilienza e di riscatto.

Autonomia Musicale: She Said What?! in concerto

She Said What?! è un duo riot-grrrl basso-batteria-voci a bassa fedeltà. Sono Anna e Manuela. E qualche volta Berna. Il loro EP intitolato DEMICHELIS è uscito in vinile per Marsiglia Records nel 2017. Le loro canzoni trattano della politica italiana durante Prima Repubblica. Rievocano le liaison di Craxi e le discoteche di De Michelis, inneggiano al Partito dell’Amore e alle prese di posizione di Fanfani, dirottano l’Achille Lauro in partenza da Genova per una crociera e finiscono a Sigonella.

Il cialtronismo delle She Said What?! si esprime principalmente nell’estetica, un po’ come faceva Battiato negli anni Ottanta. Citano Joy Division, Kraftwerk, La Dusseldorf, Violent Femmes, Pixies, e Jesus and Mary Chain senza alcuna vergogna.

Autonomia Musicale: Ask the White in concerto per “La Notte dei Sigari”

Ask The White è un progetto di Isobel Blank, artista e cantautrice, e Simone Lanari, produttore e compositore.
Il progetto nasce nel 2016, anno in cui il duo intraprende un tour per presentare alcuni brani inediti. Molte di quelle composizioni diventeranno poi le fondamenta del primo album “Sum and subtraction”. Il nome del progetto si riferisce alla teoria del colore e della luce: l’oggetto che riflette tutte le onde luminose appare bianco, che è la somma di tutti i colori; l’oggetto che assorbe tutte le onde tranne una, ai nostri occhi ha il colore di quell’unica onda assorbita. Il proposito di Ask The White è quello di spostarsi liberamente da un “colore” all’altro, senza porsi limitazioni.

Autonomia Musicale: Tabacco in concerto per “La Notte dei Sigari”

TABACCO è Il funambolico progetto multimediale di Andrea Tabacco.

Funk, rock ed elettronica si fondono nelle 9 tracce che compongono “Tempeste Lunari”, primo disco di Tabacco, uscito ad Aprile scorso per Millessei Dischi: un viaggio musicale ai confini del cosmo alla ricerca di forze primordiali e creature di sogno. La Luna viene vista come una forza creatrice che influenza i nostri stati d’animo e accende le nostre passioni, generando in noi delle tempeste emotive da cui è impossibile schermarsi e a cui è difficile dare una spiegazione logica. La Luna rappresenta infine la parte femminile e sensibile. Le Tempeste Lunari altro non sono che un viaggio fantascientifico attraverso l’universo femminile alla scoperta dei misteri che questo universo nasconde.

Andrea ( già cantante degli Elton Junk, band attiva nel panorama musicale italiano degli anni 2000 ) usa la sperimentazione applicandola al pop, creando così musica accessibile, ma allo stesso tempo, avant-garde. Il progetto è poi strettamente legato all’immaginario fumettistico di Andrea, che trova spazio in molteplici aspetti della produzione, dai video alle grafiche del cd, dal blog alle esibizioni live.

Venerdì 2 novembre 2018 sul palco del Camelot 3.0 (Via Santo Stefano 20, Prato) per la prima sera de “La Notte dei Sigari”, la sotto rassegna di Autonomia Musicale sulla musica del nostro territorio.

 

 

Torna Autonomia Musicale: la rassegna di musica live a Prato

Da sabato 27 ottobre 2019 torna per il terzo anno Autonomia musicale, la rassegna di musica live in scena al Camelot 3.0 di Prato (via Santo Stefano 20, Prato) fino a maggio 2019.
La rassegna prevede un concerto a settimana: 30 concerti di musica originale dell’underground nazionale e internazionale, con particolare attenzione a proposte attive nella produzione discografica e di tour. Oltre a proposte “straniere” ci sarà spazio per artisti locali nelle serate de La notte dei Sigari: un modo per far conoscere e apprezzare la realtà musicale del nostro territorio.

Ingresso sempre libero e inizio live fissato non più tardi delle 22.30.

Di seguito il programma di Ottobre/ Novembre:

Pinky’s Dream Vol.2: SNEERS in concerto

Nove novine in collaborazione con Millessei dischi presenta:

“PINKY’S DREAM” l’incoerente linguaggio del sogno incubo, vibrazioni sperimentali,distorsioni vocali, sonorità femminili bagnate di mistero.
Rassegna musicale itinerante.

PINKY’S DREAM VOL.2

Venerdì 19 Ottobre – Ore 22.00

“SNEERS” [Berlin] live @ CAMELOT 3.0, VIA SANTO STEFANO 20, PRATO

SNEERS. è un progetto musicale nato a Berlino alla fine del 2012 dalla collaborazione tra la cantante e chitarrista M.G. Blaankart e il batterista Leonardo O. Stefenelli.

Due dischi all’attivo e svariati tour in Europa, alla fine di Gennaio 2018 i due tornano in studio per registrare il loro terzo album “Heaven Will Rescue Us We’re The Scum We’re In The Sun”. Registrato nella capitale tedesca, questo nuovo lavoro presenta uno spettro sonoro più aperto e a tratti più luminoso rispetto ai suoi predecessori.
Composto da un totale di otto tracce il disco vede la preziosa collaborazione di Kristof Hahn (SWANS) e della sua inconfondibile lap-steel guitar su quattro di queste.

L’uscita del disco è stata promossa da un lungo tour che ha toccato Belgio, Francia, UK, Spagna, Portogallo e Italia tra Settembre e Ottobre, compreso uno showcase promozionale alla Rough Trade Est di Londra, e anticipata da un passaggio musicale su BBC 6 radio.