Autonomia Musicale: SLOKS in concerto

Raw Power, Super Primitive Garage Punk, Desperate No-Wave, Trashed out Rock’n’roll Combo da Torino. Un trio al vetriolo,Peter Chopsticks drum, Ivy Claudy screaming and snare, Buddy Fuzz strings, che mastica Gories, MC5, Cramps, Stooges e corre veloce. I tre van dritto al punto con pezzi tiratissimi, suono sporco e deragliate lo fi noise. Weird r’n’r fatto di voce malata e abrasiva e impianto sonoro fuori controllo. Deliranti e potentissimi. Attivi dal 2015, dopo un primo 7″ in vinile (pubblicato per Double Face Records, SOB Records e l’americana Resurection Records), sul finire del 2017 hanno registrato il primo album per Voodoo Rhythm, etichetta di Reverend Beat-man, uscito a settembre 2018.

 

Autonomia Musicale: The Jackson Pollock in concerto

Venerdì 11 gennaio The Jackson Pollock in concerto al Camelot 3.0 (via Santo Stefano 20, Prato). Ore 22.15, ingresso libero.

Duo Garage Punk dal sound esplosivo che suona come se fossero in sei, qualcuno difficilmente riuscirebbe a credere che una ragazzina così piccola, così dolce può pestare come un cannone e sfasciare un ride da 22” con tale forza mentre ti maledice la mente con melodie da sirena dietro un muro di suoni assemblati da fuzz autocostruiti e tecnologie da un passato remoto.

Autonomia Musicale: The Cogs in concerto

I Cogs nascono a fine 2007 e da allora portano in giro la loro formula musicale a base di
garage ’60, punk ’77 e lofi rock’n’roll. A dispetto di qualche cambio di formazione e di periodi di semi inattività, non si sono mai fermati e sono riusciti anche a pubblicare dei dischi.

Discography:
2011 – “No Way Out vol. 2” – cd – dead by mono records
2012 – “The Cogs” – Tape – Welcome Into The Shit
2013 – “Don’t Kiss Me Now” – 7″ – Spectre Records
2014 – “Licked by GoToBed! vol. 01″ – Cd –
2015 – split with R’n’R Terrorists – 7″ Spectre Records
2017 – Clamford – 12” Spectre Records / Sob! Records

Autonomia Musicale: Oga Magoga in concerto

Gli Oga Magoga sono un quartetto Beat-Pastiche di Siena. Oga magoga è un mondo parallelo, quello che viviamo quotidianamente, quello fatto dalle emozioni, dai colori, dalle prime impressioni; è il rendersi conto che alla base di tutto non si possa trovare nulla, se non il nulla stesso. Consci dei limiti che pone la Realtà in Oga Magoga ci proponiamo di colorarla da nuovo.

“Apollineo/Dionisiaco” è il terzo disco. E’ stato sostenuto da una campagna di crowdfunding sul sito MusicRaiser e registrato durante un singolare viaggio lungo l’Appennino tosco romagnolo, con la partecipazione di musicisti occasionali e inconsapevoli trovati sul cammin0 ed uscirà agli inizi del prossimo anno contemporaneamente al documentario che ne riprende i passi.

Millessei dischi, Annibale Records & Santa Valvola Records insieme a Spazio Materia, Prato

Le migliori etichette local heroes si riuniscono per rovinarvi il Natale!

Annibale RecordsSanta Valvola RecordsMillessei dischi con il supporto di Spazio Materia
presentano:

Go!Zilla • Ioni • Teorusso
c/o Spazio Materia – via Genova 17, Prato

▬▬▬

Go!Zilla
(Psych-Fuzz, Teenage Menopause / Annibale Records)

«Modern Jungle’s Prisoners, ritorno discografico dei fiorentini Go!Zilla, è l’inizio di un’avventura sonora inedita per la formazione toscana : al terzo disco il quartetto (ormai quintetto) – Luca Landi (voce, chittarra), Mattia Biagiotti (chitarra), Fabio Ricciolo (batteria), Niccolò Odori (synth, percussioni), Federico Sereni (basso) – scala le Colonne d’Ercole del garage rock alla ricerca di nuovi territori musicali da scoprire per dar vita a un concept album sulla prigionia mentale da giungla urbana : mille sfumature e sfaccettature in nove brani, che però rappresentano un unico viaggio, incrocio di percorsi diversi tra passato, presente e futuro.»

► Info : https://www.facebook.com/gozillatheband/
► Video : https://www.youtube.com/watch?v=3gHeMuPMZBQ

Ioni
(Santa Valvola Records)

«Gli “IONI” sono tre amici: Cosimo Querci suona la chitarra, Lorenzo Robin Frosini il basso, Walter bellini la batteria – trio strumentale che aspira all’ensemble. Possono intrattenere con del funky zoppo, del prog asciutto o della lounge nervosa.
Il loro primo EP sarà fruibile ad inizio 2019.»

Teorusso
(Psych-Pop, Millessei dischi)

«Teorusso è un duo Psychedelic Pop formato da Georgia Costanzo e Francesco Fanciullacci. I due si ritrovano nel 2017 a distanza di dieci anni dalla loro esperienza condivisa ne La Camera Migliore (band prodotta dalla DueParole etichetta di Carmen Consoli che vanta illustri collaborazioni una su tutte Max Gazzè ndr) per dar vita a Teorusso.
I vari brani inediti parlano di sogni e hanno l’intento di barattare le visioni con le emozioni. A breve (2019) Teo Russo darà alla
luce il primo album con il supporto dell’etichetta Millessei dischi.»

► Info : https://www.facebook.com/teorussoteo
► Video : https://tinyurl.com/yd5ygebv

▬▬▬

Ingresso riservato ai soci, quota associativa 5€

Autonomia Musicale: Talk to Her in concerto

Talk To Her è una band veneta attiva da ne 2015, il cui sound vigoroso subisce il fascino di un caratteristico post-punk moderno e attuale. Dopo un anno dedicato alla composizione dei brani, Talk To Her si presenta al pubblico, suona in vari club del nord Italia, viene ospitata in prestigiosi festival estivi e partecipa a diversi contest per band emergenti, facendosi notare positivamente in ogni occasione.
Nell’estate del 2017, Talk To Her entra in studio per registrare HOME, il suo primo EP, pubblicato a marzo 2018 via Shyrec.

 

Autonomia Musicale: The Dirtiest in concerto

 

The Dirtiest è una punk ’77 Rock band formata in 2015 a Firenze da Billy Boy e Luca D. Cash già membri di garage band attive nel panorama musicale europeo come Los Dragos (ITA), The Nackers (IRL), The Apes Party (ITA). In meno di un anno sono stati immediatamente notati da due etichette discografiche internazionali e riferimento per il genere: SLOVENLY recording (USA) e CAT recrods (Olanda). Nel 2018 i Dirtiest, da tempo diventati in un power trio punk ’77 con testi in italiano fanno uscire il loro terzo disco chiamo “Cento Shot” sempre per l’etichetta Slovenly rec. (USA)

Autonomia musicale: Weird Bloom in concerto

 

Weird Bloom (ex Weird Black) è un progetto di Luca Di Cataldo co-prodotto con Giampaolo Scapigliati. Centro dell’immaginario, della musica dei Weird Bloom, sono le visioni descritte nei testi attraverso strani giochi di parole e accostamenti a volte grotteschi a volte surreali. Gli arrangiamenti fanno spesso riferimento alla psichedelia di fine anni ’60 e alla scena di “Canterbury”, reinterpretati in una chiave lo-fi e piu’ essenziale.

A gennaio del 2018 esce “Blisstonia” (WWNBB Records) pubblicato a due anni di distanza dall’esordio “Hy Brazil”, allora pubblicato sotto Weird Black.

Autonomia Musicale: John Canoe in concerto

John Canoe sono un trio surf/garage rock di Roma formatosi inizialmente sotto il nome di “The Sasquatch”, dall’unione di Jesse Gemano’ (voce e chitarra), Stefano Padoan (voce e batteria). A Dicembre del 2014, con l’ingresso nella band di Mario Bruni (voce e basso) cambiano nome e formazione diventando “JOHN CANOE” e rilasciano insieme a Bomba Dischi il loro primo singolo “Nervous Breakdown” a cui seguito il primo EP ufficiale “ActorBoy”.

Nel 2017 esce “WAVE TRAPS”, album di dieci brani per Bomba Dischi e Universal Music, dove il il sound garage rock si mescola con melodie originali pop e sonorità surf anni 60. L’album è stato arrangiato con Marco Fasolo (Jennifer Gentle) e registrato al VDSS Recording Studio di Morolo (Italia), co-prodotto da Jesse Germano’ e Filippo Strang.

Autonomia Musicale: Elli de Mon in concerto

Elli de Mon è chitarre, grancassa, rullante, sonagli, suoni saturi e psichedelia indiana. Attingendo a piene mani dalla tradizione sciamanica di lontani incantatori come Bessie Smith, Fred McDowell e Son House, Elli combatte i suoi demoni con lo strumento a lei più congeniale: la musica. Un blues nuovo, fatto di slide selvaggi e contaminato da infuenze punk (Elli militava anche negli Almandino Quite Deluxe), e dalla musica indiana, grande amore di Elli.

Il nuovo disco di Elli de Mon, Songs of mercy and desire (uscito il 16 novembre) è una ricerca delle radici da cui tutto è partito. Songs of Mercy and Desire parla di questo, di evoluzione, di cambiamento e di accettazione, di resilienza e di riscatto.